Comitato etico

 

Nella direttiva 2001/20/CE del Parlamento Europeo, il Comitato Etico viene definito come un organismo indipendente, composto di personale sanitario e non, incaricato di garantire la tutela dei diritti, della sicurezza e del benessere dei soggetti della sperimentazione e di fornire pubblica garanzia di questa tutela, emettendo, ad esempio, pareri sul protocollo di sperimentazione, sull’idoneità dello o degli sperimentatori, sulle strutture e sui metodi e documenti da impiegare per informare i soggetti della sperimentazione prima di ottenere il consenso informato.

Il principale riferimento per le decisioni e l’attività generale di un Comitato Etico è costituito dalla Dichiarazione di Helsinki (nella sua versione più aggiornata) ed alla Convenzione di Oviedo. In secondo luogo sono rilevanti le raccomandazioni del Comitato Nazionale di Bioetica. Per quanto riguarda invece le sperimentazioni di medicinali è previsto che si faccia riferimento alle norme indicate dal Good Clinical Practice nella sua versione più recente. Un ovvio riferimento sono poi le leggi nazionali ed internazionali secondo le linee guida aggiornate dell’Agenzia europea per la valutazione dei medicinali in tema di valutazione dell’efficacia delle sperimentazioni cliniche. Da ultimo saranno anche da considerarsi un valido riferimento le valutazioni scientifico-metodologiche provenienti dalla biografia scientifica esistente sull’argomento d’indagine.

Lo scopo è quello di garantire:

  • la fattibilità di un progetto di ricerca in termini di correttezza etica e scientifica della sperimentazione;
  • la tutela dei diritti dei soggetti che prendono parte allo studio clinico;
  • l’adeguatezza dei rapporti che intercorrono tra il centro presso il quale viene condotta la ricerca e lo sponsor dello studio. (lo sponsor è la persona, la società, istituzione o organismo che si assume la responsabilità di avviare, gestire e/o finanziare una sperimentazione clinica).

L’art. 3 del Decreto del 12 maggio del 2006 definisce le garanzie che devono sussistere affinché possa essere riconosciuta l’indipendenza del Comitato Etico. Condizioni:

  • Deve esserci una mancanza di subordinazione gerarchica del Comitato nei confronti della struttura ove esso opera.
  • Deve essere garantita la presenza di personale non dipendente dalla struttura ove opera il Comitato.
  • Deve esserci una totale assenza di conflitti di interesse dei votanti rispetto alla sperimentazione proposta.
  • Non deve sussistere un cointeresse di tipo economico tra i membri del comitato e le aziende del settore farmaceutico.

 

Componenti interni:
Prof. Bartolomeo Sammartino, Presidente
Prof. Francesco Cappello, Segretario
Avv. Antonio Congedo, Componente
Dott. Antonina Sidoti, Componente 
Prof. Fedele Termini, Componente

Componenti esterni:
Prof. Aldo Gerbino, Componente
Dr.ssa Virginia Coda Nunziante, Componente
Dr. Pier Luigi San Biagio, Componente
Don Giuseppe Di Giovanni, Componente

 

 

Regole sulla ricerca che coinvolge soggetti umani (Link all'allegato)

Regole sulla ricerca che coinvolge animali (Link all'allegato)

 

 

5x1000

5x1000

Lavora con noi

News

 L'Istituto I.E.Me.S.T. Vi invita a partecipare in data Mercoledì  11 Dicembre 2019, alle ore 16.00, presso la sede dell’Istituto (via Michele Miraglia, 20 – Palermo) alla conferenza  al seminario "l ruolo della Galectina-3  nelle malattie cardiovascolari" Dott.ssa Luisa Agnello 

 

L'Istituto I.E.Me.S.T. Vi invita a partecipare in data Giovedì 12 Dicembre 2019, alle ore 16.00, presso la sede dell’Istituto (via Michele Miraglia, 20 – Palermo) alla conferenza  al seminario "Le vescicole extracellulari nelle neoplasie ematologiche: focus sul mieloma multiplo e la malattia ossea" Dott.ssa Stefania Raimondo  

 

L'Istituto I.E.Me.S.T. Vi invita a partecipare, presso la sede dell’Istituto (via Michele Miraglia, 20 – Palermo) alla conferenza  al seminario "Il ruolo della vitamina D nella sclerosi multipla" Dott.ssa Bruna Lo Sasso  

 

Lo I.E.ME.S.T. presenta il GR.IN. Cluster al Green Conservation of Cultural Hertitage
L' Istituto I.E.ME.S.T. ha collaborato all'organizzazione della Terza Conferenza Internazionale  "Green Conservation of Cultural Heritage", dove 250 ricercatori provenienti da 19 Paesi si sono confrontati sulle tematiche dello sviluppo sostenibile.In particolare la delegazione del Dipartimento NIMA (NanoInnovative Materials), ha presentato il Cluster GR.IN. ottenendo entusiastica adesione da parte di numerosi Partner Europei.

 

BANDO PER LA SELEZIONE
DI IDEE E PROGETTI
INNOVATIVI
CALL FOR PROPOSALS
“WORKING INTELLIGENCE,
SPREADING KNOWLEDGE”

 

  

Iscriviti alla Newsletter

Social Networks

WebMail

Privacy

Privacy