Dipartimenti

 

Scienze per l'Innovazione tecnologica

L’attività di ricerca del dipartimento SIT è focalizzata sullo sviluppo degli aspetti tecnologici, la definizione dei principi scientifici e l’incremento delle conoscenze che stanno alla base dell’innovazione. Matematica, Fisica, Chimica, Biologia e Informatica sono le scienze chiave per raggiungere questi obiettivi. Gli afferenti al dipartimento SIT interagiscono sinergicamente per sviluppare tecnologie abilitanti nel campo delle biotecnologie, delle nanotecnologie e dei materiali avanzati e per contribuire ad affrontare le sfide della società nel campo della salute, dell’ambiente, della sicurezza alimentare. Il contesto di ricerca del dipartimento SIT, che ambisce a diventare la culla dell’innovazione, si basa su un approccio multidiscipinare e di larghe vedute, oltrechè su una rete di collaborazioni nazionali ed internazionali con università, centri di ricerca e PMI.

 

 

Medicina e terapie d'avanguardia, strategie biomolecolari e neuroscienze

I ricercatori del “Dipartimento di medicina e terapie d'avanguardia, strategie biomolecolari e neuroscienze” lavorano su tematiche inerenti malattie neurodegenerative e malattie genetiche rare, con un approccio traslazionale, affinché i risultati ottenuti possano essere adoperati in ricerche cliniche. Nel dettaglio, l’attività di ricerca del Dipartimento verte su:
1) Indagini di proteomica e genetica molecolare applicate alle neuroscienze ed alla medicina predittiva, con particolare riferimento alle patologie genetiche rare neurodegenerative, come la retinite pigmentosa, trimetilaminuria, sindrome di Currarino;
2) Analisi genomica e di espressione applicata all’intero regno dei viventi, a fini filogenetici e traslazionali, con particolare interesse verso gli ambiti agroalimentare e microbiologico;
3) Studi su patologie vascolari ed infiammatorie multiorgano, quali osteomieliti e angiomi cavernosi, nonché sulle nuove frontiere dei trattamenti farmacologici e chirurgici in questo campo, integrando la medicina tradizionale con innovativi approcci fitoterapici.
Tali studi, condotti grazie all’utilizzo di macchinari all’avanguardia ed all’approccio multidisciplinare, prevedono un’ampia fase di analisi dati e validazione statistica, nonché l’inserimento degli stessi a fini progettuali territoriali ed europei, con l’intento finale di garantire un’autorinnovabilità economica e gestionale delle attività di ricerca.
Risultano determinanti, inoltre, per l’ottenimento dei risultati finali, l’ampia sinergia tra i componenti di questo e degli altri dipartimenti, nonché le numerose collaborazioni nazionali ed internazionali che può vantare l’Istituto.

 

 

Diagnostica molecolare e neuroscienze

L’attività di ricerca del Dipartimento si snoda su tre branche di studio. La prima verte su indagini di proteomica e genetica molecolare applicate alle neuroscienze ed alla medicina predittiva, con particolare riferimento alle patologie degenerative della retina, come la retinite pigmentosa, ed allo studio dei meccanismi scatenanti l’instaurarsi della Malattia di Alzheimer. La seconda verte sullo studio dell’immunologia dei tumori e sulla ricerca di nuovi biomarcatori in oncologia capaci di indirizzare la diagnosi precoce. Infine, la terza branca si occupa di studi su patologie vascolari multiorgano e sulle nuove frontiere dei trattamenti farmacologici e chirurgici in questo campo. Questi studi vengono portati avanti grazie all’utilizzo di macchinari all’avanguardia ed alla sinergia tra i componenti del Dipartimento che si interfacciano con altri componenti dei Dipartimenti del nostro Istituto e con collaboratori nazionali ed internazionali.

 

 

Salute della popolazione e terapie innovative

Le attività di ricerca di questo Dipartimento sono incentrate sulla salute della popolazione, con particolare interesse agli aspetti legati alla prevenzione e al trattamento di alcune patologie ad alto costo sociale e sanitario, quali il diabete, l’obesità, le malattie cardiovascolari, le malattie respiratorie, le malattie intestinali. Oltre la ricerca clinica, è incentivata la ricerca di base e traslazionale, con particolare focus sull’identificazione di nuovi biomarkers di malattia per innovativi target terapeutici, farmacologici e nutraceutici.
Linee di ricerca attive:
- Identificazione di innovativi marcatori di rischio delle malattie metaboliche e cardiovascolari: - Efficacia clinica e sicurezza terapeutica di terapie innovative, farmacologiche e nutraceutiche, per obesità, diabete, dislipidemia e sindrome metabolica; - Microbiota, probiotici e malattie infiammatorie croniche intestinali; - Stress, dismicrobismo e carcinogenesi dell’intestino; - Iperreattività bronchiale, con innovativi modelli sperimentali di broncospasmo; - Patogenesi della broncopneumopatia cronica ostruttiva; - Nuovi approcci terapeutici nell’asma grave e nell’enfisema.

 

 

Biologia dello stress, sport e salute

....

 

 

Agricoltura sostenibile, biodiversità, ambiente marino e sicurezza alimentare

Le ricerche di questo Dipartimento sono focalizzate su: lo studio della biodiversità delle specie sia vegetali che animali, in ambiente marino; la costituzione e l’applicazione dei protocolli volti allo sviluppo di un agricoltura sostenibile basata sulla necessità di studiare le malattie delle piante al fine di programmare una difesa integrata mediante l'utilizzo di tecniche diagnostiche rapide; lo studio di nuovi formulati di origine biologica ricavati da estratti proteici di organismi vegetali e animali.

 

 

Energie rinnovabili, efficienza delle risorse e ricerca aerospaziale

Le attività di ricerca di questo dipartimento sono incentrate sulle tematiche correlate alla trasformazione dell’energia da fonti rinnovabili, alle modalità di accumulo, ai sistemi di distribuzione, e alla riduzione degli effetti della dissipazione dell’energia, sia in termini di potenza sia di inquinamento ambientale e sia di risparmio energetico. Queste attività vedono nelle linee di ricerca del Dipartimento Smart cities, mobilità e trasporti, territorio, ambiente e clima, gli aspetti legati alla applicazione delle tecnologie al territorio. Il Dipartimento cura anche le tematiche correlate alla evoluzione delle norme di vigore in ambito internazionale, nazionale e regionale e lo sviluppo delle tecnologie relative ai sistemi alimentati da energie rinnovabili. In ambito della ricerca aerospaziale, sono di interesse del Dipartimento le tematiche correlate all’industria aeronautica e spaziale.

 

 

Smart cities, mobilità e trasporti, territorio, ambiente e clima

Il modo di governare le città e il territorio sta subendo rapidi cambiamenti, imputabili ad alcuni fattori quali: la velocità e la complessità delle dinamiche territoriali, l’uso sconsiderato del territorio visto troppo spesso come una risorsa inesauribile, l’espansione incontrollata del trasporto individuale e collettivo, la crisi gestionale del sistema politico-amministrativo ed economico, l’obsolescenza di una parte degli strumenti di pianificazione, il bisogno della comunità di una maggiore trasparenza nei processi decisionali.
Prendendo atto delle dinamiche di trasformazione territoriale, il gruppo di ricerca di questo Dipartimento si pone l’obiettivo di studiare quali siano i legami che intercorrono: tra i processi definiti dalle mutazioni in atto, gli strumenti di programmazione del territorio e le politiche di riferimento, in ragione della storia e dell’evoluzione delle città e del territorio, ponendosi la finalità d’individuare quali rapporti queste tematiche, abbiano con le nuove esigenze che la società contemporanea pone e soprattutto con le risposte che essa si attende dalla pianificazione urbanistica e dalle istituzioni.
La finalità principale della ricerca è quella, di individuare soluzioni possibili ai fenomeni in atto, attraverso l’apprendimento dei processi in evoluzione e delle nuove relazioni tra società, territorio, politiche, economia e sostenibilità ambientale.
Tra le tematiche sviluppate dal Dipartimento vi è lo studio della gestione dei trasporti urbani ed extraurbani attraverso la ricerca di sistemi maggiormente flessibili e il ricorso alla smart mobility si persegue la finalità di offrire il proprio contributo allo sviluppo di una reale mobilità sostenibile, caratterizzata dalla riduzione dei consumi energetici e dell’inquinamento atmosferico. Sul tema della sicurezza del territorio e delle città, il Dipartimento, facendo ricorso a tecniche integrate geomatiche, alla sensoristica wireless e alle tecnologie di ultima generazione sta sviluppando ricerche per il controllo e monitoraggio che potranno aiutare gli operatori e i tecnici del settore a contrastare il dissesto geologico, idrogeologico e i casi di calamità dovuti ad eventi eccezionali sismici e atmosferici.
Un altro filone di ricerca è quello delle energie rinnovabili e del risparmio energetico sul quale il Dipartimento ha già sviluppato due importanti progetti di ricerca scientifica: “Hidroenergy” sull’utilizzo delle reti idriche esistenti per la produzione di energia idroelettrica e “PERIMA” un sistema per la produzione di energia eolica con un sistema di pali eolici a ridotto impatto ambientale, che hanno condotto in entrambi le occasioni a reali applicazioni concrete sul territorio.
In generale, il gruppo di ricerca vuole sostenere la necessità per le città e il territorio di diventare più intelligenti nella gestione delle infrastrutture e delle risorse per soddisfare e meglio garantire i bisogni attuali e futuri dei cittadini e delle imprese. Si vuole contribuire a pianificare uno sviluppo economico sostenibile e innovatore che possa fare interagire il mondo virtuale dei servizi, con le infrastrutture fisiche della città intelligente (elettricità, riscaldamento, acqua, rifiuti, trasporto, reti di comunicazione, ecc.), con il territorio e i suoi abitanti.

 

 

Scienze umane e sociali, turismo e patrimonio culturale, tecnologie 3D
e realtà aumentata

Le attività di ricerca del nostro dipartimento ruotano intorno ai temi dell’identità, delle relazioni a differenti livelli di sistemi (individuale, di coppia, familiare, organizzativo e sociale), dell’appartenenza e della memoria come trasmissione di codici, simboli e miti. Le principali prospettive attraverso cui guardiamo a queste tematiche sono quella storico-archeologica, quella psicologica e quella antropologica.
Attraverso un approccio e una vocazione multidisciplinare, con l’ausilio determinante delle ICT e delle nuove tecnologie, il dipartimento finalizza i propri studi e le attività di ricerca alla valorizzazione delle risorse legate al contesto, alla dimensione relazionale e al benessere.
A tal fine si avvale di modelli di analisi e d’intervento provenienti anche dalla psicologia clinica e dalla psicoterapia che possano favorire nuove chiavi di lettura.

Il dipartimento sviluppa, all’interno dell’Area Scientifica e Socio-Culturale dell’Istituto, attività orientate alla salvaguardia, alla valorizzazione e alla promozione dell’identità, della tradizione, del patrimonio culturale, naturale e ambientale con studi, ricerche e iniziative per la tutela dei beni ambientali, architettonici, archeologici e artistici.

Sono presenti all’interno del Dipartimento le seguenti Aree di Ricerca:
• Archeologia, storia, arte e popolazioni
• Filosofia, antropologia ed etica
• Proprietà intellettuale, concorrenza e sharing economy
• Psicologia della salute, di comunità e delle organizzazioni
• Psicologia del turismo e marketing relazionale
• Statistica per le interpretazioni e le decisioni
• Tecnologie innovative e 3D applicate ai beni culturali e alle città intelligenti

Le suddette aree di studi e ricerche sono supportate e possono contare su una rete di collaborazioni con partner nazionali ed internazionali rappresentate da università, centri di ricerca e PMI.
Questo dipartimento annovera tra i numerosi risultati di prestigio raggiunti quello di aver superato la selezione della Commissione di Valutazione – Horizon 2020 – JPI Cultural Heritage Plus rientrando nei primi trenta progetti a livello europeo con la proposta di ricerca dal nome TH.S.E.O. Thòlos. Symbol of the civilisation Euro-mediterranean Origins.
Tra le attività scientifiche dell’area di Psicologia della Salute, di Comunità e delle Organizzazioni, annoveriamo quelle relative alla prevenzione e cura del PTSD (Post Traumatic Stress Disorder) attraverso modelli, metodologie, strumenti e tecniche innovative a carattere multidisciplinare in collaborazione con la UH (University of Houston) in Texas, l’Università di Jyväskylä in Finlandia, l’HUMlab dell’Umeå University in Svezia e il Dipartimento di Scienze Dell'Educazione Giovanni Maria Bertin dell’Università di Bologna.

 

 

5x1000

5x1000

Lavora con noi

News

 

 

***

19 ottobre

Convegno "Materiali innovativi a basso spessore per l'efficientamento enegetico dell'architettura moderna e storica"
Lo I.E.Me.S.T. Vi invita alla partecipazione del convegno alle ore 14:00 presso l'aula magna del DARCH, ed.14 viale delle scienze - Palermo

 

***

16 novembre

International Conference “Green Conservation of Cultural Heritage”
Lo I.E.Me.S.T. Vi invita alla partecipazione della Conferenza Internazionale “Green Conservation of Cultural Heritage”
per saperne di più...

 

***

29 settembre

Qanat
La Casa Editrice Qanat e l'Istituto I.E.Me.S.T. Vi invitano alla presentazione del libro di Francesco di Franco L'isola che amo
ore 17.30 - 19:00 presso lo IEMEST, in via Michele Miraglia, n20 - 90139 Palermo

 

***

12 luglio

Insieme per le malattie genetiche rare
"TMAU.. contro il disagio, la solitudine e l'emarginazione dei più piccoli..."
Università degli Studi di Messina - Dip. di Scienze Biomediche, Odontoiatriche e delle Immagini Morfologiche e Funzionali - Lab. di Genetica Molecolare

 

***

15 giugno

PROROGA DEL TERMINE DI SCADENZA (14/07/2017) - AVVISO PUBBLICO PER LA RICERCA DI SPONSOR PER UN PROGETTO DI RICERCA
Progetto P.I.P.A.C. “Nuovi Percorsi Integrati per il paziente con Psoriasi/Artrite psoriasica e Comorbidità - Valutazione dell’indice di gradimento"

 

***

12 giugno

BANDO DI CONCORSO PER TITOLI PER IL CONFERIMENTO DI UNA BORSA DI STUDIO PER GIOVANI RICERCATORI DAL TITOLO: "SPERIMENTAZIONE DI TRATTAMENTI ANTIBATTERICI SU SUBSTRATI METALLICI”

- Domanda di partecipazione

 

***

9 maggio

Siamo lieti di invitarVi al FERNANDEZ OPEN STUDIO, un evento promosso da YO.CO.CU. nell'ambito della manifestazione Settimana delle Culture 2017 in collaborazione con la Soprintendenza Archivistica della Sicilia e Archivio di Stato di Palermo, con il Patrocinio dell'Ordine degli Architetti della Provincia di Palermo, dell'Istituto Euro-Mediterraneo di Scienza e Tecnologia I.E.ME.S.T. e dell'Accademia di Belle Arti Kandinskij di Trapani. continua a leggere...

 

***

2 maggio

NanoWord Conference 2017, Boston: premiato un ricercatore I.E.ME.S.T. sul tema del contributo delle nanotecnologie per la sostenibilità dell’architettura. continua a leggere...

 

***

28 aprile

AVVISO PUBBLICO PER LA RICERCA DI SPONSOR PER UN PROGETTO DI RICERCA
Progetto P.I.P.A.C. “Nuovi Percorsi Integrati per il paziente con Psoriasi/Artrite psoriasica e Comorbidità - Valutazione dell’indice di gradimento"

 

***

16 marzo

Lo IEMEST raggiunge nuovi traguardi:
https://www.goinginternational.eu/wp/de/the-euro-mediterranean-institute-of-science-and-technology-iemest-reaches-new-heights/

 

***

1 marzo

Una nuova scoperta, pubblicata sulla rivista internazionale “Journal of Proteome Research”, è stata realizzata nell’ambito di un progetto di ricerca che comprende ricercatori del Consiglio Nazionale delle Ricerche (CNR) e dell’Istituto Euro-Mediterraneo di Scienza e Tecnologia (I.E.ME.S.T.). continua a leggere...

 

***

9 febbraio

Bando di Concorso per titoli per il conferimento di un premio di Ricerca per Giovani Ricercatori dal Titolo: "Sperimentazione di trattamenti conservativi innovativi basati su nanotecnologie per la protezione di materiali lapidei naturali" continua a leggere...

 

***

30 novembre

Un team di lavoro internazionale comprendente ricercatori dell’Università degli Studi di Palermo e dello IEMEST insieme con ricercatori polacchi (Medical University of Gdansk) e americani (University of Maryland) ha dimostrato un nuovo meccanismo di azione del chemioterapico doxorubicina in vitro. continua a leggere...

 

***

27 settembre

Ricerca anticancro: ricercatori palermitani partecipano alla scoperta di un chemioterapico che blocca le cellule tumorali.
In uno studio pubblicato da poco sulla rivista internazionale "Epigenetics", alcuni ricercatori dell'Istituto Euro-Mediterraneo di Scienza e Tecnologia (Manlio Vinciguerra, Francesca Rappa e Francesco Cappello), in collaborazione con scienziati italiani, inglesi, spagnoli, estoni, cechi e statunitensi, hanno dimostrato gli effetti e l’efficacia della guadecitabina, un chemioterapico, utile nel prevenire la progressione dell’epatocarcinoma, sia in vitro tramite l’utilizzo di modelli cellulari che in vivo tramite l’utilizzo di modelli murini. Lo studio è stato coordinato da Manlio Vinciguerra, mentre Francesca Rappa e Francesco Cappello hanno condotto i test e le valutazioni morfologiche. continua a leggere...

 

***

05 settembre

Importante risultato editoriale per ricercatori IEMEST
Antonio Palumbo Piccionello e Francesco Cappello hanno ricoperto il ruolo di Guest Editors per la prestigiosa rivista internazionale Current Pharmaceutical Design, curando la pubblicazione di un fascicolo speciale sulle prospettive future della terapia del morbo di Alzheimer. continua a leggere.....

 

***

28 luglio

CARDIO-METABOLIC DISORDERS: 1ST IEMEST MEETING

 

***

13 july

Sicilia-California: allo Iemest di Palermo partono gli incontri bilaterali di scambio
Incontri d’affari, workshop, incontri bilaterali mirati a obiettivi di cooperazione e promozione del territorio siciliano sia sul piano delle risorse scientifiche che sul piano dello sviluppo delle imprese. Questi gli obiettivi principali della giornata Sicilia-California organizzata, la mattina di mercoledì 13 luglio 2016, alle ore 11,00, presso lo Iemest di Palermo (via Michele Miraglia, 20). continua a leggere.....

 

***

18 maggio

Dal 18 maggio 2016 l’Istituto Euro-Mediterraneo di Scienza e Tecnologia (I.E.ME.S.T.), presieduto dal Prof. Bartolomeo Sammartino, ospiterà per due settimane un gruppo di studenti di Medicina della prestigiosa Università americana di Houston (UH) in Texas. continua a leggere.....

 

***

14 aprile

Il progetto presentato da un gruppo di ricercatori dello IEMEST
(Principal Investigator: Filippo Macaluso; altri partecipanti: Kathy Myburgh, Valentina Di Felice, Fedele Termini, Antonella Marino Gammazza, Claudia Campanella, Rosario Barone e Maura Marino Gammazza) è stato selezionato per il bando Erasmus+ SPORT - Not-For-Profit European Sport Events. continua a leggere.....

 

***

3 febbraio

Una ricerca sul muscolo scheletrico pubblicata su Nature “Scientific Reports”.
Pubblicati sulla rivista “Scientific Reports” (gruppo editoriale “Nature”) i risultati di uno studio sull’anatomia molecolare del muscolo scheletrico condotto da un gruppo di ricercatori dello IEMEST coordinato da Valentina Di Felice (primo nome: Rosario Barone) con la partecipazione del gruppo del Prof. Sergio Adamo dell’Università di Roma “La Sapienza”. continua a leggere.....

 

***

18 gennaio

Una nostra ricerca dimostra un nuovo meccanismo per combattere il cancro al fegato.
Un team di lavoro internazionale comprendente ricercatori IEMEST oltre a colleghi inglesi (University College of London, Queen Mary University of London e Nottingham Trent University), olandesi (University Medical Center of Groningen), estoni (Tallin University of Technology), australiani (University of Sidney) e spagnoli (Campus Can Ruti), ha dimostrato per la prima volta un meccanismo attraverso il quale uno dei tumori più aggressivi del fegato (il carcinoma epatocellulare) è in grado di “difendersi” dalla chemioterapia. continua a leggere.....

 

***

30 dicembre

RICERCATORI IEMEST SPIEGANO IN UNA PUBBLICAZIONE UNO DEI MECCANISMI DI AZIONE DI UN CHEMIOTERAPICO
Ricercatori dello IEMEST, guidati dalla Dr.ssa Claudia Campanella, leader della Sezione di Studi su micro- e nanovescicole come biomarkers, hanno dimostrato per la prima volta uno dei meccanismi di azione di un noto farmaco antitumorale, il SAHA (suberoylanilide hydroxamic acid). Questo meccanismo prevede la nitrazione della proteina mitocondriale HSP60 che, a seguito di ciò, viene rilasciata dalle cellule tumorali. L'HSP60 in genere protegge le cellule tumorali dallo stress. La sua secrezione attraverso gli esosomi da un canto favorisce la morte delle cellule tumorali, dall'altro attiva una risposta immune antitumorale. Il lavoro è stato pubblicato questo mese sulla rivista ONCOTARGET (Impact factor: 6,359): http://www.impactjournals.com/oncotarget/

 

***

12 novembre

Il 13 e il 14 Novembre, nell’ambito del convegno: “Scienza nell’Antico / Scienza per l’Antico. Dal sapere scientifico in età ellenistica all’archeologia virtuale” organizzato dalla Regione Siciliana, il ricercatore IEMEST Francesco Di Paola relazionerà sul caso studio de “Il Tesoro degli Argenti di Morgantina”, continua a leggere....

 

***

4 novembre

I ricercatori IEMEST Filippo Macaluso, Kathy Myburgh e Giosuè Lo Bosco hanno vinto la seconda call del progetto MYGEOSS per applicazioni innovative nel settore ambientale e sociale.
I nostri ricercatori hanno proposto l'app "eQUOS" (Environment Quality for Outdoor Sports - qualità dell'ambiente per gli sport all'aperto): utilizzando degli open database sul monitoraggio dell'ambiente, eQUOS suggerirà all'utente se eseguire uno specifico sport all'aperto in una determinata area geografica sulla base della qualità dell'ambiente, ossia clima, acqua, zone costiere, e composizione atmosferica. Per ulteriori informazioni, visitare il sito: http://digitalearthlab.jrc.ec.europa.eu/mygeoss/results2.cfm

 

***

30 settembre

Il Direttore dell’Istituto Euro-Mediterraneo di Scienza e Tecnologia nella lista dei Top Italian Scientists.
Il prof. Francesco Cappello, Direttore dell'Istituto, è entrato nella classifica della top italian scientist elaborata dalla "VIA-Academy". Tale classifica comprende scienziati italiani di tutte le discipline (scientifiche ed umanistiche) operanti in italia e nel mondo. La classifica è stilata sulla base dell'h-index, l'indice che misura sia il numero delle pubblicazioni internazionali, sia il loro impatto sulla comunità scientifica internazionale valutato sul numero delle citazioni bibliografiche. L'elenco completo dei ricercatori inclusi nella Top Italian Scientist List è consultabile presso: http://www.topitalianscientists.org

 

***

4 novembre

I ricercatori IEMEST Filippo Macaluso, Kathy Myburgh e Giosuè Lo Bosco hanno vinto la seconda call del progetto MYGEOSS per applicazioni innovative nel settore ambientale e sociale.
I nostri ricercatori hanno proposto l'app "eQUOS" (Environment Quality for Outdoor Sports - qualità dell'ambiente per gli sport all'aperto): utilizzando degli open database sul monitoraggio dell'ambiente, eQUOS suggerirà all'utente se eseguire uno specifico sport all'aperto in una determinata area geografica sulla base della qualità dell'ambiente, ossia clima, acqua, zone costiere, e composizione atmosferica. Per ulteriori informazioni, visitare il sito: http://digitalearthlab.jrc.ec.europa.eu/mygeoss/results2.cfm

 

***

29 settembre

L'Istituto Euro-Mediterraneo di Scienza e Tecnologia (I.E.ME.S.T.) propone uno stage presso l'istituto finalizzato alla realizzazione di un sistema software a supporto dello studio della patogenesi dell'emiplegia alternante dell'infanzia, una malattia neurologica invalidante la cui patogenesi è poco conosciuta. Tale studio è frutto dell'adesione dello I.E.ME.S.T al consorzio internazionale IAHCRC (International Consortium for the Research on Alternating Hemiplegia of Childhood). L’emiplegia alternante dell'infanzia è una delle molte malattie rare neurologiche il cui costo per la ricerca e per il sostegno alle famiglie viene comunemente sostenuto da associazioni specifiche, quali ad esempio l'IAHCRC, oppure attraverso il lavoro volontario e le donazioni di privati cittadini. Per inviare la propria candidatura, inviare una email col proprio c.v. a direzionegenerale@iemest.eu

 

***

29 luglio

Uno studio condotto da ricercatori IEMEST svela un possibile legame tra lipoproteine e asma
Uno studio condotto dai gruppi di ricerca dei Prof. Scichilone e Rizzo, ricercatori IEMEST, ha consentito di dimostrare per la prima volta che in soggetti asmatici le lipoproteine LDL meno pro-infiammatorie (LDL-1 e LDL-2) appaiono ridotte mentre le pro-infiammatorie (LDL-3 e LDL-4) sono elevate, rispetto ai controlli sani. Inoltre, le concentrazioni sieriche di LDL-1 (meno pro-infiammatoria) correlano positivamente con la funzione polmonare, mentre le concentrazioni sieriche di LDL-3 (pro-infiammatorie) sono inversamente associate con la funzione polmonare. Questi risultati suggeriscono che le LDL possano costituire un potente agente innescante le alterazioni infiammatorie delle vie respiratorie.

 

***

13 luglio

Uno studio correla l'obesità associata a resistenza insulinica all'Alzheimer
Due ricercatori IEMEST sono coautori di uno studio effettuato assieme a ricercatori del C.N.R. di Palermo, pubblicato su "Current Alzheimer Research" che correla la resistenza insulinica che si sviluppa in alcuni soggetti obesi con lo sviluppo della malattia di Alzheimer. In particolare, la resistenza insulinica determina, tra le altre cose, stress ossidativo e disfunzione mitocondriale nei neuroni delle cavie sottoposte a una dieta ad alto contenuto lipidico e questo porta a danni precoci patognomonici per la malattia di Alzheimer. Una terapia del dismetabolismo, quindi, può prevenire lo sviluppo di questa grave malattia neurodegenerativa in questa sottopopolazione di soggetti. Parte del lavoro è stato svolto adoperando le apparecchiature del Laboratorio di Neuroanatomia finanziato con fondi PON ‘Ricerca e Competitività’ 2007-2013, misura 4.1.1.4.
Per leggere il lavoro: qui

 

***

06 luglio

Un nuovo biomarker per il carcinoma del colon e del retto
Un gruppo di ricercatori dello IEMEST, coordinati dal prof. Francesco Cappello, ha pubblicato sulla rivista “CANCER” (l’organo ufficiale dell’American Cancer Society) un lavoro su un nuovo marker per la diagnosi e il follow-up dei pazienti affetti da carcinoma del colon e del retto. In questo lavoro viene mostrato che una proteina da stress (Hsp60) legata agli esosomi (vescicole secrete dalle cellule tumorali) è presente a livelli molto elevati nei pazienti che si sottopongono all’intervento e che i livelli della stessa si riducono drasticamente una settimana dopo l’intervento. Questo rende la ricerca dell’Hsp60 esosomale uno strumento per la diagnosi e il follow-up di questo cancro. Il lavoro è stato condotto in collaborazione con ricercatori dell’Università di Palermo, dell’Istituto Superiore di Sanità di Roma e dell’Università del Maryland di Baltimora, USA.
L'articolo è accessibile on-line: qui

 

***

03 giugno

Presso l’Istituto Euro-Mediterraneo di Scienza e Tecnologia un centro per lo studio delle chaperonopatie del sistema nervoso.
Il sistema degli chaperoni molecolari partecipa allo sviluppo, al funzionamento, alla protezione e alla riparazione dei danni del sistema nervoso, dal momento del concepimento fino alla vecchiaia. Continua a leggere qui.

 

***

25 maggio

Giuseppe Venturella invitato a relazionare un congresso sul ciliegio selvatico a Chiusa Sclafani (Palermo)
Giorno 13 giugno 2015, in Piazza Castello a Chiusa Sclafani (Palermo), nell'ambito della 46 Sagra delle Ciliegie, si terrà un convegno sul Ciliegio, il Prof. Giuseppe Venturella, ordinario di Botanica Forestale e Micologia e Responsabile della Sezione di Botanica ambientale e micologia applicate agli ecosistemi agrari e forestali dello IEMEST, presenterà una relazione su "Aspetti botanici, ecologici e distributivi del Ciliegio selvatico"

 

***

21 maggio

Un giovane ricercatore dell'Istituto è stato premiato per una ricerca sul diabete e le malattie del fegato.
Il Dott. Angelo Maria Patti, componente della Sezione di Aterosclerosi, Diabete e Prevenzione Cardiovascolare diretta dal Prof. Manfredi Rizzo, è uno dei quattro vincitori della 1° borsa di studio in memoria di Carmelo Schembari. Il Dr. Patti è stato premiato per la sua attività di ricerca sugli effetti metabolici dei nutraceutici in pazienti con diabete di tipo 2 e steatosi epatica.

 

***

20 maggio

Un autorevole “Position Paper” sulle funzioni fisiologiche delle vescicole extracellulari.
Francesco Cappello, componente del Management Committee della COST action ME-HAD, è tra gli autori dell’importante lavoro sul ruolo fisiologico delle microvescicole e sugli esosomi. L’attenzione verso questo tema di ricerca è crescente anche a seguito della scoperta che queste vescicole possono essere prelevate da tutti i fluidi biologici umani (come ad esempio sangue, urina, saliva, etc.) e possono essere usati non solo come markers diagnostici e prognostici ma anche come strumenti terapeutici di diverse malattie dell’uomo, come il cancro, le malattie cardiovascolari e quelle infiammatorie croniche. Lo studio, pubblicato sul Journal of Extracellular Vesicles, può essere letto on-line cliccando qui.

 

***

19 maggio

Un ormone come potenziale agente anticancro.
Due ricercatori IEMEST, Antonella Marino Gammazza e Francesco Cappello, hanno preso parte ad uno studio condotto con colleghi delle Università di Gdansk e di Rzeszow, Polonia, che ha mostrato l’attività antitumorale del 2-Methoxyestradiolo, un metabolita fisiologico dell’estradiolo, un estrogeno prodotto dalle ovaie. Questo ormone si è dimostrato in grado di arrestare il ciclo cellulare delle cellule tumorali e indurne la morte cellulare programmata (apoptosi). Lo studio è stato pubblicato sulla prestigiosa rivista Oncotarget. Il lavoro può essere letto on-line cliccando qui.

 

***

18 maggio

Ricercatori IEMEST partecipano ad uno studio sulle alterazioni del metabolismo glicidico.
La ricerca è stata pubblicata sul Journal of Cell Physiology e ha riguardato gli effetti del “glucagon like peptide-2” (GLP-2) sul metabolismo di cavie trattate con una dieta iperlipidica. Il GLP-2 agisce come fattore protettivo contro l’alterazione del metabolismo del glucosio. Il lavoro può essere letto on-line cliccando qui. Hanno partecipato Francesca Rappa e Francesco Cappello.

 

***

 

Un ricercatore dell’Istituto EuroMediterraneo di Scienza e Tecnologia nella Top Italian Scientist. Il Prof. Manfredi Rizzo, Direttore del Dipartimento della Salute della Popolazione, Nutraceutica e Biomarkers....continua a leggere

***

 

Il prof. Francesco Cappello parteciperà come Invited Speaker al meeting "Experimental Biology 2015", che si terrà dal 27 marzo all'1 aprile a Boston, con una relazione dal titolo "Role of chaperones in healthy bowel and IBD"

***

 

ACCORDO DI COLLABORAZIONE TRA IL DIPARTIMENTO DELLA PESCA MEDITERRANEA ASSESSORATO REGIONALE DELL'AGRICOLTURA, DELLO SVILUPPO RURALE E DELLA PESCA MEDITERRANEA E L'ISTITUTO EURO-MEDITERRANEO DI SCIENZA E TECNOLOGIA (IEMEST) PER LA REALIZZAZIONE DEL CLUSTER BIOMEDITERRANEO IN ATTUAZIONE DELLA CONVENZIONE TRA EXPO 2015 SpA E REGIONE SICILIANA - ASSESSORATO AGRICOLTURA, SVILUPPO RURALE E PESCA MEDITERRANEA

***

 

PROGETTO CYBER BRAIN: PRIMA PUBBLICAZIONE SU RIVISTA “NATURE” Una ricerca del Dipartimento di Medicina d’avanguardia e Neuroscienze dell’Istituto Euro-Mediterraneo di Scienza e Tecnologia (IEMEST) è stata pubblicata il 24 marzo sulla rivista internazionale del gruppo Nature “Scientific Reports”. La Dr.ssa Antonella Marino Gammazza, principal investigator dello studio, racconta.....continua a leggere

***

 

Francesco Cappello, Direttore dello IEMEST, ha ricevuto la nomina a Adjunct Associate Professor alla Temple University College of Science and Technology, Department of Biology, Philadelphia, USA. Il riconoscimento porterà allo sviluppo di nuove forme di collaborazione tra le due istituzioni nel campo della biomedicina.

***

 

Un ricercatore dell’Istituto EuroMediterraneo di Scienza e Tecnologia nella Top Italian Scientist. Il Prof. Giovanni Li Volti, Direttore del Dipartimento di Biologia dello Stress, Epigenetica, Sport e Salute....continua a leggere

***

 

BANDO DI CONCORSO PER TITOLI PER IL CONFERIMENTO DI UNA BORSA PER ADDESTRAMENTO ALL’ATTIVITA’ DI RICERCA SU UN PROGETTO DAL TITOLO:
“Isolamento di miceli e preparazione di estratti da macrofunghi di interesse alimentare, medicinale e commerciale finalizzato alla costituzione di una spore bank e di una spawn bank”

Scarica il bando - Scarica la domanda

***

 

Alberto JL Macario: <<Lo IEMEST luogo d’eccellenza dove poter fare ricerca e promuovere lo sviluppo economico ed intellettuale>>.

http://palermo.sudpress.it/_/stress-e-proteine-intervista-ad-alberto-macario/

 

***

 

***

1st Edition of the Master INNOVA - SEAV Training
link al video

 

***

Aggiudicazione definitiva POS DATA

Scarica il documento

 

***

Aggiudicazione definitiva ECOSISTEMI

Scarica il documento

 

***

Aggiudicazione definitiva Nikon Instruments S.p.A.

Scarica il documento

 

 ***

 

Aggiudicazione definitiva BECTON

Scarica il documento

 

***

CONVEGNO "INFORMIAMO LE PMI"

Sabato 29 marzo alle 10.30 al Castello Chiaramonte, in piazza Cavour a Favara il presidente, prof. Bartolo Sammartino illustrerà le importanti novità offerte da “Horizon 2020”, il più ricco programma per l'innovazione e la ricerca mai messo in campo dall'Ue, che nel periodo 2014-2020 distribuirà finanziamenti per oltre 70 miliardi di euro.

link alla notizia

***

PRESTIGIOSO PREMIO CONFERITO AL RICERCATORE IEMEST MAURO PESSIA

Lo scorso sabato 22 marzo 2014, è stato conferito il premio Telethon a Mauro Pessia, ricercatore in forza al nostro Istituto, per la sua attività di ricercatore condotta sia in Italia (presso l’istituto Mario Negri) che all’estero (in particolare presso il Vollum Institute for Advanced Biomedical Research). Il premio di oggi si pone in linea di continuità con il prestigioso riconoscimento di "Principale Successo della Ricerca Telethon" conferito al Prof. Pessia nel 1998. Gli studi del Prof. Pessia vertono sulle canalopatie e sui processi neurofisiologici regolati dai canali ionici.

***

UNO STUDIO IN COLLABORAZIONE CON LA NASA SULLE MALATTIE RESPIRATORIE

Presentato allo Steri, lo scorso 13 marzo 2014, nel corso del secondo meeting “Galveston -Palermo”, il progetto che ricercatori dell’Università di Palermo e dell'Istituto Euro-Mediterraneo di Scienza e Tecnologia, assieme ad altri partner europei, americani e australiani, stanno portando avanti assieme alla National Aeronautics and Space Administration (NASA) di Houston.
Questo progetto sarà portato avanti a Palermo da un gruppo di giovani ricercatori capitanati dal Prof. Fabio Bucchieri. Il progetto riguarda lo studio del differenziamento della mucosa bronchiale in condizioni di microgravità e di assenza di gravità e i risultati che saranno conseguiti avranno importanti ricadute nella comprensione dell’insorgenza delle malattie respiratorie nonché nella loro terapia.

***

 

PROGETTO CYBER BRAIN AGGIUDICAZIONE DEFINITIVA LAVORI

Scarica il documento

 

***

 

Aggiudicazione definitiva LEICA

Scarica il documento

 

 

Secondo Meeting Galveston e Palermo

***

 

 

Aggiudicazione definitiva POLYMED

Scarica documento

***

 

REGOLAMENTO SERVIZI FORNITURE IN ECONOMIA CYBER BRAIN

Scarica il regolamento

 

***

 

BANDO DI CONCORSO PER TITOLI PER IL CONFERIMENTO DI UN PREMIO DI RICERCA PER GIOVANI RICERCATORI DAL TITOLO: “SFIDE SOCIALI NELL’AMBITO DELLA SALUTE DELL’UOMO”

Scarica Bando - Scarica Domanda di partecipazione

 

***

 

Life Safety and Security (LiSS), la rivista scientifica open access dello IEMEST, è stata presentata da Going International nella sezione "Special of the month".
Leggi l'articolo: http://www.goinginternational.eu/wp/de/?p=2715

 

***

 

 

PROGETTO CYBER BRAIN
AGGIUDICAZIONE DEFINITIVA AHSI

 

***

 

 

Tirocini NEET:
le Vacancies per Biologo e Biotecnologo pubblicate in data 19/09/2013 sono state ritirate per ragioni tecniche.
In futuro potranno essere pubblicati nuove Vacancies.

 

***

 

 

Il recente lavoro del gruppo del Prof. A.J.L. Macario: "Chaperonopathies and Chaperonotherapy. Hsp60 as Therapeutic Target in cancer: Potential Benefits and Risks” published in “Curr Pharm Design" (2013 Jan;19:452-457 è stato selezionato per essere pubblicato su World Biomedical Frontiers [ISSN: 2328-0166] per l'elevato contenuto innovativo e il potenziale iimpatto sulla salute dell'uomo. World Biomedical Frontiers è una piattaforma che centra l'attenzione sulla ricerca biomedica d'avanguardia svolta in tutto il mondo e pubblica ogni mese articoli di notevole importanza per migliorare la salute o per prevenire o curare le malattie.

 

 

***

 

A seguito della pubblicazione del bando di gara, da parte del Ministero dell'Energia, dello sviluppo e della Protezione Ambientale, della repubblica Serba, lo IEMEST, in partenariato con Onda Energia e SGI Studio Galli Ingegneria, è affidatario delle attività di progettazione, ricerca ed esecuzione di cinque impianti idroelettrici (per una potenza di 4 MW) in Serbia, ricadenti nei territori di Tutin e Ivanjica.
Il 22 e 23 luglio, il capogruppo, insieme alla Signora Ministro Zorana Mihajlović, ha firmato il protocollo d'intesa, che costituisce il primo passo per l'avvio del progetto.
Maggiori informazioni all'indirizzo:
http://www.merz.gov.rs/lat/aktuelnosti/formirana-konacna-rang-lista-investitora-za-izgradnju-mini-hidroelektrana

***

 

 

Importante studio sulla correlazione tra invecchiamento e malattie epatiche

Il processo dell’invecchiamento predispone a disfunzioni epatiche. Comprendere come l’invecchiamento influenza la patologia molecolare delle malattie epatiche è di fondamentale importanza. Nella review “Liver disease and aging: friends or foes?” pubblicata sul prestigioso giornale Aging Cell, il nostro ricercatore IEMEST Dr. Manlio Vinciguerra, ricercatore anche presso l’University College London, discute le cause del fatto sorprendente che comuni malattie epatiche come la steatosi non alcolica, la steatoepatite non alcolica, la cirrosi e l’epatocarcinoma compaiono con una frequenza inferiore negli individui con più di 70 anni.

Ref: Sheedfar F, Di Biase S, Koonen D, Vinciguerra M. Liver diseases and aging: friends or foes? Aging Cell. 2013 Jul 1. doi: 10.1111/acel.12128. [Epub ahead of print]

***

BANDO DI CONCORSO PER TITOLI PER IL CONFERIMENTO
DI UN PREMIO DI RICERCA PER GIOVANI RICERCATORI

Bando_premio_di_ricerca_IEMEST_2013.pdf

 

Bando per la selezione di idee e progetti innovativi

CALL FOR PROPOSALS

“WORKING INTELLIGENCE, SPREADING KNOWLEDGE”

versione scaricabile

  

***

Lo IEMEST organizza il corso di I livello di GIS che offre ai suoi iscritti la possibilità di migliorare le competenze di giovani laureati, professionisti e impiegati della pubblica amministrazione circa l'uso delle nuove tecnologie applicate alla gestione dell'informazione geografica digitale in ambiente GIS (Geographical Information System) per la pianificazione del territorio e dell'ambiente.

Locandina informativa

***

IEMEST: A new vision and platform to enhance the progress of research and dissemination of knowledge in natural and social sciences

Published by: Going International Information Services

Article

*** 

 

Iscriviti alla Newsletter

Social Networks

WebMail